Tag Archives: LagoStudio

La Bucks University in LAGO

Lunedì sono arrivati gli studenti della National School of Furniture (la scuola nazionale di arredamento) della Buckinghamshire New University.

I ragazzi frequentano il Master in Furniture Design e sono qui per un workshop dal tema molto interessante e attuale: “L’ufficio come casa, la casa come ufficio, l’ufficio in movimento, lavorare in nuove modalità – l’indefinitezza dei luoghi”.

Il progetto nasce da una sinergia fra LAGO, la Bucks University e realtà importanti come Tom Dixon, designer tunisino autodidatta diventato famoso per la S-Chair. Gli studenti hanno anche visitato il suo studio prima di arrivare da noi.

bucks university at lago

Il brief del workshop mette in luce quanto sia cambiato il modo di lavorare negli ultimi 50 anni, caratterizzati dalla globalizzazione, l’introduzione del personal computer, l’esplosione di internet e dei social network.

Siamo ancora sicuri che gran parte del lavoro lo svolgiamo di fronte alle nostre scrivanie? Abbiamo imparato a lavorare anche da nomad worker, in viaggio, in mezzo alla confusione, affittando l’ufficio solo per un paio d’ore o semplicemente tramite un telefonino…

Il fatto che i luoghi nei quali lavoriamo siano sempre più indefiniti, porta anche nuovi interrogativi. Il lavoro finisce davvero nel momento in cui usciamo dall’ufficio? Una volta il tempo lavorativo era completamente distinto da quello libero. Gli strumenti stessi impedivano di portarsi il lavoro a casa. Ora con pc compatti, ipad, iphone e smartphone è difficile distinguere il momento in cui si stacca. E diventiamo tutti, un pochino, PR della nostra azienda. Basti pensare al potenziale virale di Facebook.

Per non parlare della postazione di lavoro. Tanti trasformano l’ufficio in una casa, attaccando foto alle pareti e mettendo almeno una pianta sopra la scrivania. Chissà come sarebbe creare un orto in ufficio…qualcuno dei ragazzi ci sta già pensando!

bucks university lagostudio workshop

Accogliere gli studenti della Bucks University ci fa sempre piacere. Avere per una settimana 10 studenti che vivono con noi, lavorano al nostro fianco e ci contaminano con le loro idee ci permette di scoprire punti di vista diversi.

Una condivisione che è utile anche ai ragazzi che, oltre a vivere una bella esperienza dal punto di vista umano, capiscono anche come funziona un’azienda del design contemporaneo. Grazie al workshop possono così confrontarsi con i reali problemi della produzione di un pezzo, dal concept all’effettiva realizzazione  e ricevere dei feedback tecnici sul loro lavoro che altrimenti non avrebbero.

Il workshop della Bucks University è privato. Per informazioni su LAGOSTUDIO e i workshop pubblici, vai al sito e compila la domanda.

 

Lagostudio raddoppia!

Dopo Britt Leissler, vincitrice del Good Design Award 2009 del Chicago Atheneum, tocca a Nuša Jelenec.

La giovane designer slovena e il suo letto Col-letto (ex Dolcevita) sono tra i vincitori dell’edizione 2009/2010 dell’EDIDA (Elle Decoration International Design Awards) – categoria “Letti”. Si tratta di un premio riconosciuto a livello internazionale al quale partecipano sia talenti emergenti, che affermati.

Progettato da Nuša durante l’edizione 2008 del Lagostudio, Col-letto è un letto comodo e accogliente come un nido: è un anello di “soft foam” attaccato alla cornice del letto, che può essere arrotolato e srotolato come il collo di un dolcevita. Una soluzione che crea una barriera visiva e sonora per rilassarsi in tutta tranquillità e godersi…la dolce vita!

lago bed Colletto, lagodesign, edida awards

In attesa di assistere alle premiazioni, che avranno luogo il 17 aprile a Milano, in occasione del Salone del Mobile, facciamo tanti tanti complimenti alla nostra Nuša!

Huggy vince il Good Design™ Award 2009

Good Design Award

Dopo aver vinto nella passata edizione grazie alla cucina 36e8, ecco un altro Good Design Award del Chicago Athenaeum arrivato grazie alla poltroncina Huggy. Complimenti a Britt Leissler, designer in collaborazione con Lagostudio.

Huggy armchair

In questo video, girato al Salone 2008, è proprio Britt a mostrare dal vivo il concept e la duplice funzione di questa poltroncina.

LagoCalendario 2009

Da qualche anno Lago propone il suo calendario. Ogni anno esce un progetto nuovo e diverso, li trovate qui in rassegna.

Quest’anno è toccato a Gilles Jourdan e Cecilie Maurud Barstad (EYE Project) curarne la realizzazione. Per quest’edizione abbiamo dei numeri “importanti” selezionati dai giovani di Gol De Letra. Scopriteli qui sotto…

Il design è semplicemente pensato per
visualizzare la consueta forma del calendario con un’enfasi sulla
gamma completa di colori che simboleggiano la diversità e lo
scambio culturale.
Il principale obiettivo è mostrare come i calendari tradizionali
evidenzino spesso i giorni festivi e di vacanza come Pasqua,
Natale o la nascita di un Presidente o del Re. Abbiamo voluto
cambiare punto di vista per mostrare che oggi i giovani hanno
un’altra visione di cosa è importante nel corso dell’anno.
Clima, storia, globalizzazione e preoccupazioni per l’ambiente
sono alcuni dei temi trattati nel calendario.