Tag Archives: lagostore vicenza

Architettura dall’interno

Dove sta andando l’architettura d’interni? Come si vive la casa oggi? Queste e altre le domande a cui hanno cercato di rispondere Franco Purini, Flavio Albanese, Guido Cabrini e Daniele Lago alla conferenza “Architettura dall’interno” ospitata all’interno del Lagostore Vicenza.

L’incontro rientra in un ciclo di conferenze realizzate nell’ambito del progetto Redesigner, la nuova community Lago dedicata ad architetti e interior designer che, come liberi professionisti indipendenti, possono aderire a un percorso di collaborazione lavorativa e formazione continua.

I Redesigner lavorano con i prodotti Lago a progetti sfidanti che ridisegnino il modo di vivere gli ambienti abitativi, ricreativi, di lavoro. Se sei un professionista del settore puoi leggere di più sul progetto e candidarti.

Ed ora il video della conferenza. Buona visione!

Man on the River on Tour parte da Vicenza

Lunedì si parte con “Man on the River on Tour”. Dopo la costruzione della barca vichinga (grazie all’impareggiabile Roland e al suo fido aiutante Silvio) nella nostra Art Waiting Room, Giacomo de Stefano ci racconta il suo nuovo viaggio a impatto zero: da Londra ad Instanbul, per farci capire che l’acqua è un bene da salvaguardare, preziosissimo, ma esauribile.

Prima che inizi la corsa all’oro blu, forse dovremmo tutti rivedere le nostre abitudini. Con Un Altro Po, Giacomo ci aveva già dato una bella lezione su come farlo. Con Man on the River ci dà un’altra dimostrazione di quanto un cambiamento sia davvero possibile, oltre che estremamente auspicabile. Oltre 5,200 km, attraverso il Tamigi, il Reno, il Danubio, con le sole forze di braccia, remi e vele…incontrando genti, costumi, tradizioni…Un viaggio sostenibile, il cui impatto maggiore sarà solamente nelle coscienze di chi incrocierà la sua strada.

Per parlare di questo e di come sia possibile un futuro più sostenibile vi aspettiamo lunedì 22 marzo alle, 18.30 al LagoStore Vicenza, prima tappa attraverso i LagoStore per ascoltare da Giacomo stesso perché sia importante il rispetto dell’acqua, e ritrovare quel vivere lento, attento al ritmo della natura, che purtroppo nella nostra società abbiamo quasi scordato.