Tag Archives: Fondazione March

Redesign Life: Giorno 1

…oggi a casa Lago si respira un grande fermento! Stamattina infatti abbiamo accolto il primo gruppo di videomaker che, per poter girare nel nostro set Lago, è arrivato da Genova!!

L’ equipe di oggi è davvero organizzata: attori, truccatrice, comparse e un vero staff di regia! I ragazzi della Fun Lab Services aiuteranno Marcello a realizzare il videoclip del suo nuovo singolo! Alcune delle comparse sono state reclutate proprio qui…erano in biblioteca al secondo piano a studiare ma dalle vetrate hanno visto il movimento che c’era sul set e non hanno resistito all’idea di farsi coinvolgere!

Marcello e i suoi amici non sono i soli ad essere qui da noi…questa mattina  anche alcuni giornalisti sono venuti a trovarci per la conferenza stampa organizzata da Lago, Fondazione March e Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Hanno visto anche loro quante cose si possono fare grazie al design Lago e ad un pizzico di fantasia!

Voi cosa aspettate a venirci a trovare!?

Redesign Life: i sogni possono diventare realtà

Eh no, non è solo una frase da Walt Disney! Qui nell’appartamento Lago al San Gaetano le  magie accadono davvero!

Domenica sono venuti a trovarci Guido e Paola. Guido è un appassionato di arte contemporanea ed è venuto per vedere l’installazione di Antonio Guiotto, un artista padovano, il cui allestimento in questa sede è stato curato dalla Fondazione March. Ciò che rende speciale Lago è proprio il rapporto con l’arte!

Qui alla Lago ritengono che l’arte sia una di quelle cose che migliora l’impresa! Così per quest’occasione hanno chiesto ad Antonio di realizzare un’installazione che sostituisse il solito totem informativo. Et voilà…magia!

Antonio è riuscito a far parlare mobili, scatole da imballaggio, sedie…e a far raccontare direttamente a loro la storia dell’azienda e le linee della sua filosofia imprenditoriale!

Per Paola invece la vera magia è stata un’altra…per la prima volta ha potuto stare comodamente seduta sulla poltrona Huggy a leggere un libro e gustarsi questo attimo di tranquillità, mentre il marito faceva le pulizie!

Con Lago davvero tutto è possibile!

La waiting room si rinnova

[lang_it] E’ arrivato il momento: la nostra Waiting Room cambia di nuovo abito. La barca di Giacomo è salpata, le abitazioni di “Via dei Matti n. 0” hanno traslocato ed ora è la volta di “Attendere prego”. La Fondazione March ci propone una mostra collettiva di ben 21 artisti che hanno indagato il concetto di attesa e lo hanno “materializzato” attraverso diversi linguaggi espressivi. Questi sono i nomi di chi animerà il nostro spazio aziendale: Roberta Baldaro, Lisa Castellani, Gaia Ippolita Civiletti, Elisa Desortes, Mauro Doimo, Hiroko Goda, Sabrina Grasso, Dario Lazzaretto, Laura Lovatel e Federica Menin, Marta Maldini, Nicola Nunziata, Umberto Perico, Philipp Rauch, Serena Piccinini, Umberto Rotondella, Folco Salani, Aldo Sergio, Enrico Tealdi, Catrina Zanirato, Daniele Zoico.

Serena Piccinini, il rumore dei tuoi passi

del caffè e di altri pomeriggi_Roberta Baldaro

Ma con tutti questi partecipanti la sola sala d’attesa non poteva di certo bastare…ed ecco qui la novità! La creatività multiforme stavolta invaderà anche il nostro showroom stravolgendo e ridefinendo quello spazio che solitamente è deputato all’esposizione dei nostri prodotti e che in quest’occasione si potrà rileggere attraverso punti di vista di certo poco convenzionali.
Vi siete un po’ incuriositi? Allora non vi resta altro che venire all’inaugurazione il 13 maggio alle ore 19.00…vi aspettiamo!!!

[/lang_it]

Premio FestivaldelleCittàImpresa

Ebbene sì, ecco in arrivo un altro riconoscimento per Lago. Questa volta però “giochiamo in casa”: infatti il premio è quello del FestivadelleCittàImpresa che il Presidente della CCIAA di Padova Roberto Furlan ha consegnato ad alcune aziende della zona..e c’eravamo anche noi! La location? La suggestiva Villa Contarini di Piazzola sul Brenta dove è stata inaugurata la mostra delle opere realizate all’interno del progetto ART&Co tra cui presenziavamo anche noi con le “abitazioni immaginarie” che i bambini della scuola steineriana hanno realizzato nei giorni precedenti nel nostro showroom.

La premiazione ha ritardato un po’ e perciò abbiamo avuto del tempo per curiosare tra le diverse installazioni che dimostrano come il rapporto tra arte ed impresa sia un obiettivo auspicabile per promuovere e stimolare la creatività in tutte le sue forme…e noi di Lago in quest’ottica ci entriamo a piedi pari!

La motivazione del riconoscimento consegnato a Daniele venerdì sera: “…premiamo Lago per i progetti Lateral tra questi: “Art Waiting Room”, la prima sala d’attesa di un’azienda trasformata in galleria d’arte e, l’”Appartamento-Lago temporary shop”, un progetto nato in occasione del Salone del Moble 2009 che si colloca all’interno della riflessione iniziata da tempo da Lago su come ridefinire e reinventare gli spazi preposti alla vendita e al contatto azienda-consumatore-prodotto. Premiamo Lago per essere un esempio virtuoso di connubio arte-impresa“.

E’ proprio il caso di dirlo: impara l’arte e NON metterla da parte!

Volete curiosare un pò tra le altre aziende premiate? Ecco qui alcuni link:

Solon
pubcompany
diwar

Via dei matti n. 0, oggi in Lago

Quando in occasione del Festival delle Città Impresa, promosso da Nord Est Europa, la fondazione march per l’arte contemporanea ci ha proposto il progetto Art&Co. Opere tra Arte e Impresa, abbiamo voluto partecipare con un evento che veramente rispecchiasse l’azienda e i mobili Lago: creatività, sostenibilità, immaginazione.
via dei matti
Seduti intorno a un tavolo abbiamo ideato Via dei matti n.0, L’abitare ai bambini, un vero e proprio laboratorio di ricerca sulle abitazioni del futuro coordinato dall’artista Anna Galtarossa e gli esperti in didattica Mauro Biffaro, Alessandro Allera e Raffaella Giorcelli e basato su materiali di riciclo a km 0, scarti di lavorazione nostri e delle altre aziende della zona. “Tutto è possibile con un sogno, noi facciamo gli esploratori dei materiali e degli spazi” dice l’artista ai bambini. Saranno loro a mostrarci che la libertà può portare a grandi scoperte, che più si è creativi e più si personalizza, più bella, più originale, più innovativa sarà la nostra casa.

Passate a vederli lavorare e fermatevi alla conferenza conclusiva alle 18.00