Author Archives: Valentina Cavicchiolo

Arredare con il colore: le pareti

Il bianco ci colpisce come un grande silenzio che ci sembra assoluto. Interiormente, lo sentiamo come un non suono, molto simile alle pause musicali che interrompono brevemente lo sviluppo di una frase o di un tema…È un silenzio che non è morto, ma è ricco di potenzialità. Il bianco ha un suono di un silenzio che, improvvisamente, riusciamo a comprendere”. Così Kandinsky descriveva il colore bianco in quel suo delizioso saggio che è “Lo spirituale nell’arte”.

Appartamento LAGO Pescara

Il bianco contiene in sé ogni colore, ne è la matrice e spesso lo ritroviamo nelle pareti di casa nostra, vuoi perché, essendo neutro, sta bene con tutto, vuoi per pigrizia o scarsa creatività. Eppure il colore delle pareti non è un elemento d’arredo secondario, ma uno strumento che modifica la nostra percezione dello spazio e ha una sua influenza sul nostro benessere psico-emotivo. È abbastanza assodato che una parete rossa comunica qualcosa di completamente diverso da una verde. Naturalmente non pretendiamo di essere i massimi esperti del feng shui, ma qualche consiglio su come tinteggiare le pareti di casa può sicuramente risultare utile ai più. Vediamo quali sono, a detta degli esperti, i colori più adatti ai vari ambienti.

L’ingresso

Appartamento LAGO Alicante

Luogo di transito tra interno ed esterno, è uno spiraglio sulla nostra intimità, tant’è che chi non ci è molto gradito lo lasciamo proprio all’ingresso, se non sulla porta di casa. I venditori ambulanti ne sanno qualcosa. Curiosamente questi spazi, di per sé non molto luminosi, appaiono spesso poco curati, quasi a scoraggiare tentativi di “invasione”. Eppure rappresentano la prima accoglienza che diamo ai nostri ospiti. Se non si ha la fortuna di avere un ingresso di fascino con il muro di pietre a faccia vista, come quello dell’Appartamento Lago Alicante, si può scegliere di tinteggiarlo con colori brillanti e luminosi che lo rendono più accogliente. Decidete voi quali; l’ingresso è uno dei pochi ambienti della casa nei quali non si è limitati nella scelta del colore, ma si può esprimere con forza la propria personalità.

La cucina

Appartamento LAGO Bergamo

È il cuore della casa. La stanza che più esprime il concetto di famiglia, essendo il luogo dello scambio e della condivisione. I colori da preferire saranno quelli che associati alla convivialità, come giallo e arancione. Il giallo è per eccellenza il colore dell’allegria, della comunicazione, dell’estroversione, il colore del sole e del grano maturo. Stimola la digestione, perché favorisce l’assimilazione del cibo. L’arancione, che aggiunge al giallo un pizzico di rosso, è un colore energico, senza essere aggressivo. Normalmente associato agli agrumi, stimola l’appetito. In cucina sono da evitare i rossi e i blu puri (troppo pesanti), mentre il verde va usato nei toni brillanti. Un’alternativa al colorare le pareti è lasciare tutto bianco e inserire una cucina colorata.

Il soggiorno

Living_LAGO

Distensione. Questa è la parola chiave che caratterizza il soggiorno; l’ambiente dove ci rilassiamo dopo una giornata di lavoro e dove intratteniamo gli ospiti. I colori ideali qui sono i neutri, ossia i colori della gamma del marrone: i crema, i biscotti, i bruni-grigi. Sono i colori della terra, dei materiali naturali, da sempre dei classici della decorazione d’interni. Ottime anche le terrecotte: il rosso, il mattone, il rosa antico, l’arancione che aiutano a riscaldare l’atmosfera.

La camera da letto

LAGO Bedroom

Dev’essere un ambiente sano e tranquillo. Il riposo è importantissimo per l’essere umano, altrimenti non vi dedicheremmo un terzo della nostra vita. Per la camera da letto si possono scegliere sia colori freddi (come l‘azzurro, il verde, il blu) che caldi (come il rosa, il pesca, l’albicocca).

Lo studio

Lago Office

L’ambiente dedicato all’attività lavorativa o scolastica deve aiutare l’organizzazione, la concentrazione, la produttività. I colori che meglio rispondono a queste esigenze sono il verde brillante e il giallo, mentre per i più creativi l’arancione che stimola la memoria visiva.

Il bagno

LAGO Bathroom

Forse lo spazio più intimo di tutta la casa; il luogo in cui ci si spoglia delle fatiche e delle maschere. Come l’ingresso, anche il bagno è una stanza abbastanza versatile dal punto di vista cromatico. Essendo immediata l’associazione all’elemento acqua le migliori tonalità sono il blu, il turchese, il verde, ma anche un bagno color pesca o rosa antico è in grado di ricreare un’atmosfera delicata ideale per rilassarsi.

In alternativa al colore, si possono scegliere le carte da parati. Nella collezione LAGO Interior ce ne sono di molti tipi: dalla recente 3Dots perfetta per la camera dei bambini a Playwall, una carta da parati velcrata (brevetto Jannelli&Volpi) sulla quale si possono attaccare, staccare e riattaccare mensole e cuscini, sino a Luci e Ombre che invade la stanza con lame di luce provenienti da finestre immaginarie.

Guarda le carte da parati LAGO, progettate in collaborazione con Jannelli&Volpi.

Scegli il colore per casa tua dalla collezione Natural Wall painting, sviluppata assieme ad Oikos.

Intervista a Jennifer Rieker, designer di 3Dots Wallpaper

Abbiamo conosciuto Jennifer Rieker durante il primo workshop di Lagostudio 2013. L’abbiamo ritrovata, quest’anno, vincitrice dello Young Contest by Lagostudio. Stavamo lavorando alle camerette e avevamo chiesto ai creativi di Lagostudio di disegnare una carta da parati per la stanza dei bambini. Fra tutti i partecipanti ha vinto Jennifer con 3Dots Wallpaper, una carta da parati semplice e incredibile, come il design dedicato all’infanzia dovrebbe essere.

Jennifer Rieker

Ciao Jennifer. Come ti è venuta l’idea di 3Dots? Spiegaci il concept.

Innanzitutto mi sono ricordata della carta da parati che avevo nella mia stanza da bambina. Era completamente bianca, ma aveva come dei pallini in rilievo. Ai miei occhi di bambina non era solo una parete bianca e mi divertivo a trovare figure come animali, persone o oggetti nella struttura.

Poi mi sono fatta ispirare anche da un articolo che ho letto sul fatto che gli essere umani tendono a vedere facce ovunque. Bastano due puntini allineati orizzontalmente per gli occhi e un pallino singolo per il naso o la bocca. Tutto questo mi ha portato all’idea di 3Dots Wallpaper.

È una carta da parati a puntini, nella quale puoi trovare differenti animali unendo i 3 pallini neri che creano la faccia. Così quello che agli occhi degli adulti può sembrare un pattern casuale, a quelli dei bambini diventa una foresta piena di animali.

3Dots Wallpaper

Quali sono gli aspetti da tenere in considerazione quando si progetta per i bambini?

Sentire le loro opinioni o chiedere a te stesso e ricordarti cosa ti piaceva e cosa no quand’eri bambino. Non bisogna prendere tutto troppo sul serio, il design deve far sorridere.

Ci sono dei bisogni che i designer o le aziende non hanno ancora capito?

Il design per l’infanzia deve piacere anche agli adulti. Il miglior esempio sarebbe un design che vuoi avere in ufficio o in salotto così come nella stanza dei bambini.

Cosa non può mai mancare nella cameretta di un bambino?

Un nascondiglio. Un posto nella stanza in cui sentirti come in una casa sull’albero o in una caverna. Un luogo in cui nasconderti, leggere, giocare da solo o con gli amici.

Com’era la tua camera quand’eri piccola?

Era di soli 9 mq, ecco perché avevo un letto sospeso. Sotto c’era uno spazio dove nascondersi o giocare con gli amici. La carta da parati era bianca, con dei puntini in rilievo e c’era un gabbiano di legno appeso al soffitto.

Camerette Lago

Giornata del Libro, vai in Open e mettici la faccia

Oggi è la Giornata Mondiale del Libro. Per promuovere la lettura partecipiamo con Open Milano alla campagna promossa da Città Invisibili “Ci metto la faccia”.

Open Milano

Dal 23 al 30 aprile gli amanti della lettura possono recarsi in una delle librerie che aderiscono all’iniziativa e metterci la faccia, passando da lettori invisibili a lettori visibili.

Come funziona

1. Recatevi nella libreria aderente più vicina con il vostro libro preferito;
2. Mettete il libro vicinissimo al volto;
3. Fatevi scattare una foto;
4. Scegliete una frase dal vostro libro.

Il libraio caricherà la foto nel portale www.cittainvisibili.org – Sezione “Ci metto la faccia” – assieme ai vostri dati e alla frase del libro che avete scelto.

Ci metto la faccia Ci metto la faccia

Vi aspettiamo in Open, Viale Montenero, 6 Milano.

Se non siete di Milano, cercate la libreria aderente più vicina a voi in quest’elenco.

città invisibili ci metto la faccia

Salone del Mobile 2014 – Day 5

All’Appartamento LAGO di via Brera 30 le grida dei bambini impegnati nel workshop “Il mio letto è come” by Munarìa hanno animato la Living Area già dalle 11.00.

Avere trenta bambini in giro per casa ci ha portato in contatto diretto con la loro realtà fatta di sogni e fantasia e abbiamo raccolto tanti suggerimenti importanti per progettare al meglio il loro spazio.

Munaria Munaria Munaria Munaria

Dall’altra parte dell’Appartamento, nell’Area Social, le ragazze di Altromercato regalavano consigli su come utilizzare le spezie in cucina e raccontavano la storia degli ingredienti usati; riso, spezie, cereali, coltivati in modo naturale rispettando terreni, colture, persone.

altromercato_1

altromercato_2

Verso le 18.00 ci siamo spostati ad Open per l’incontro fra Daniele Lago e i blogger; incontro che è stato acceso e stimolante e dove si è cercato di capire come il design possa influenzare e migliorare la vita di tutti i giorni.

Salone del Mobile 2014 – Day 4

Il quarto giorno di Salone la giornata in Appartamento è stata dedicata allo street food.

Si parte con Pietro Platania e Cucina Chiusa che ci hanno deliziati con del cibo da strada naturale e delicato.

IK4A3881 cucinachiusa4 IK4A3939

Il secondo appuntamento, dedicato solo a pochi, è quello con Gabriele Rubini, in arte Chef Rubio, cuoco ex giocatore di rugby che potete ammirare all’opera nella trasmissione televisiva “Unti e bisunti”. Gli abbiamo chiesto com’è nata la sua passione per la cucina. Ecco cosa ci ha raccontato:

Salone del Mobile 2014 – Day 3

Nel terzo giorno di Salone ci spostiamo al Fuorisalone per portare, a mò di sobrero, la poltroncina Lastika in Via Ventura 14 a Lambrate dove abbiamo allestito la Lounge Living Room con due lunghissimi tavoloni Air Wildwood.

lastika lambrate

Nel percorso verso Lambrate la Lastika è stata un polo di attrazione e ci ha permesso di conoscere qualche designer, fra cui una delle 20 interior designer di BMW Munich, una freelance produttrice di gioielli e due designer romane. Il design crea, come sempre, relazioni.

Lastika and BMW designer

E permette di riposarsi se non trovi posto nel metrò!

Lambrastika

Una volta a Lambrate c’era ad aspettarci André Amaro, chef designer che ci ha dato un assaggio della sua arte.

Amdre Amaro

Andre Amaro

Andre Amaro

Nel frattempo, all’Appartamento LAGO di via Brera 30, è partita la controffensiva a “Lambrastika” e un gruppo di musicisti ha suonato accomodato sulla Lastika multicolor.

lastika a brera

A partire dalle 12.00, invece, l’aria era tutta un profumo di curry, coriandolo, cardamomo, cumino, tamarindo; i sapori esotici e ben miscelati della cucina indiana grazie allo Shri Ganesh Indian Restaurant.

indiano

 

 

Salone del Mobile 2014 – Day 2

Giornata intensa oggi al Salone…

20140409_140837_b

20140409_140822_b

20140409_140938_b

Quest’anno festeggiamo i 10 anni del 36e8, il primo mattoncino del nostro design; un modulo di 36,8 x 36,8 cm di lato con cui abbiamo rivoluzionato la metrica del settore. Grazie a questo modulo quadrato abbiamo dato a tutti la possibilità di comporre in totale libertà.

10-years-anniversary_web

Al Salone presentiamo tre novità sul 36e8: la versione Side con i fianchi colorati, la versione con i frontali in legno Wildwood e la carta da parati Playwall 36e8 (brevetto Jannelli&Volpi) con una superficie velcrata a cui attaccare le mensole, staccarle e riposizionarle facilmente dove si vuole.

Venite a trovarci e a dare sfogo alla vostra creatività. Vi aspettiamo: Pad. 16 – Stand B25/C30.

#9 Il design sei tu, noi forniamo l’alfabeto.

1965062_10152440808612577_9004811104630498504_n

Salone del Mobile 2014 – Day 1

13 location, 70 eventi, 35 partner, 12 nuovi prodotti, 40 LAGO People, 3160 mq. E una grande energia!

Questi sono i numeri del nostro Salone 2014 che vi racconteremo, giorno dopo giorno, da tutti gli hot spot LAGO a Milano. Una presenza diffusa che esprime il nostro nuovo progetto: LAGO Interior Life.

LAGO Interior Life è un pensiero-guida che ispirerà il nostro lavoro nei prossimi anni e vuole generare empatia fra la vita interiore di ciascuno di noi e la vita degli interni che abitiamo. Perché l’equazione è semplice: “Se trascorri il tuo tempo in ambienti di qualità, allora anche la qualità della tua vita sarà migliore”.

Ambizioso? Forse, ma ci piace pensare che il nostro design possa influenzare positivamente la vita delle persone, facendole sentire bene, riducendo i conflitti a casa e in ufficio, dando loro la possibilità di essere designer del proprio spazio, abitativo e intimo.

Per questo abbiamo stilato un Manifesto di 11 punti, dove il sesto punto è vuoto. Vuoto perché siate voi a riempirlo. Con la vostra energia.

Manifesto LAGO Interior Life

Vi aspettiamo qui al Salone, Padiglione 16 | Stand B25-C30; venite a raccontarci il vostro punto 6. Nel frattempo vi facciamo vedere qualche novità di quest’anno sulle varie aree della casa.

Kitchen

Kitchen

Living

living

Bedroom

Bedroom LAGO

Kids&Young

kids&young

Bathroom

OFL_2434 copy

Per maggiori info su eventi e location di LAGO @ Milano Design Week 2014: lago.it/salone2014

 

 

 

 

 

Green Week 2014 @ Lagofabbrica

È da sempre nel nostro DNA tenere conto delle ricadute delle nostre scelte sulle risorse umane e sul territorio, sull’ambiente e sul prodotto. Per questo che gli organizzatori della Green Week delle Venezie, giunta alla terza edizione, hanno deciso di organizzare un convegno proprio nella Lagofabbrica.

La conferenza “Competere con la cultura della sostenibilità. Casa e mobile arredo tra incentivi, design e certificazioni” si terrà mercoledì 19 marzo in Via dell’Artigianato II, 21 a partire dalle 18.00.

A parlare saranno imprenditori e tecnici del mondo dell’arredo/sistema casa con un occhio alla ecologia del sistema produttivo. Ospite d’eccezione sarà il direttore generale del Ministero per l’ambiente Corrado Clini.

I posti sono limitati. Registrati qui per partecipare, ingresso gratuito.

GREENWEEK VilladelConte

La Green Week 2014: da Smart Cities a Smart Land è una manifestazione/laboratorio economico e culturale che propone nuove visioni sul futuro delle grandi aree metropolitane europee, a partire da quella che Eugenio Turri chiamava la “megalopoli padana”, di cui Le Venezie sono parte fondamentale. Il titolo della 3^edizione, “Da Smart Cities a Smart Land”, rinvia a un progetto elaborato da Fondazione Fabbri che pone il tema del passaggio da una visione di interventi locali sul tema della Smart City a una visione ampia di territorio metropolitano.

Il programma completo dell’edizione 2014 della Green Week delle Venezie è disponibile sul sito internet www.veneziegreen.it, dove è possibile visualizzare gli eventi in calendario, scoprire protagonisti e sezioni, e registrarsi agli appuntamenti di proprio interesse.

Lago, il design “olistico”

«Quello che facciamo parte da un’idea di design non come decoro o elemento superfluo, ma come qualcosa che genera benessere. Il punto di partenza è una visione “olistica” della fabbrica: vedere l’insieme delle componenti come un valore aggiunto rispetto a singole parti magari riunite, ma scollegate» spiega Daniele Lago, amministratore delegato e head of design.

Leggi l’intervista di VeneziePost, il magazine che racconta la cultura italiana nel mondo.

Lago Rassegna Stampa

Lago Rassegna Stampa – Monitor di VeneziePost Febbraio 2014