Dopo tanti mobili, in Lago si comincia a costruire barche

In Lago da qualche giorno stanno accadendo fatti strani.

Abbiamo sempre progettato e costruito mobili, certo spesso sono mobili un poco particolari, ma mai avremmo pensato di cominciare a costruire barche.

Proprio così, da lunedì nella nostra reception sono comparsi un banco da falegname, attrezzi strani e un supporto attorno al quale il maestro d’ascia Roland Poltock e il suo fido aiutante Silvio hanno cominciato a dar forma ad una barca di 5 metri.

Certo come sapete la nostra reception ormai è diventata la famosa “art waiting room” nella quale ospitiamo continuamente installazioni e performance, ma fino ad ora mai avevamo visto nulla del genere.

Capiamo meglio di cosa si tratta.

Tutto nasce da un’impresa che Giacomo de Stefano intende compiere nei prossimo mesi:

da Londra ad Instanbul solcando prima il Tamigi, poi il Reno e il Danubio, con il solo ausilio della vela, dei remi, dell’energia del sole e dell’aiuto delle persone che incontrerà durante il viaggio di 5-6 mesi. Un vero viaggio ad impatto zero. L’impresa infatti non ha pretese agonistiche o sportive, ma Stefano intende costruire un dialogo con le terre e le persone che riuscirà ad incontrare, parlando di sostenibilità, rispetto dell’acqua, dei fiumi, riportando l’attenzione ai veri bisogni dell’uomo e al giusto tempo per ogni cosa, tempo del quale non abbiamo più concezione.

Giacomo non è nuovo a queste imprese. Nel 2008 infatti con le stesse modalità e la stessa tenacia ha risalito il Po, da Venezia a Torino, scoprendo i lati più nascosti di un fiume forse un poco dimenticato ma che ancora tante cose ha da dire. Tutto il suo viaggio è nel sito unaltropo.com

Come potete vedere dalle foto la barca è già in cantiere, dalla settimana prossima avremo anche un sito dedicato con lo streaming video in diretta e quando sarà il momento seguiremo questo viaggio di oltre 5200 km.

Lago è orgogliosa di ospitare la costruzione della barca ed essere al fianco di chi vuole mettere le basi per il Nuovo Mondo.

Chi volesse unirsi, per un incoraggiamento a Giacomo o anche solo per remare un poco ; ) può lasciare un commento qui sotto.

Update: la gallery aggiornata con le foto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>