Monthly Archives: May 2007

1000 inviti per Roma

xxl

 

Abbiamo spedito circa 1000 inviti per l’apertura del Lago Store a Roma. Ognuno è partito con un anellino giallo di quelli usati sugli attaccapanni per indicare la taglia dei capi,  non so però quanti siano arrivati attaccati, vista la grazia con cui viene maneggiata la posta negli uffici postali.

XXL perchè i nostri negozi saranno catalogati in tre categorie in base alle dimensioni dell’esposizione e ai servizi erogati al cliente: Lago point, Lago space e Lago store. Ecco  qui sotto i tre loghi coniati da Diego per identificare ogni negozio.

Non ci sono macchine per attaccare questo genere di cose a degli inviti, per cui si è dovuto procedere incollando uno ad uno gli anellini.

Lagostudio per l’occasione si è trasformato in una specie di catena di montaggio e una volta preso il ritmo non ci abbiamo messo poi così tanto.

Ecco tre video a testimoniare l’impresa.

1000 invitations for Rome.

We sent about 1000 invitation cards for the Lago Store opening in Rome. Each one has left with a yellow ring on it, like those used on coat hangers to show the articles size. Anyway, I don’t know how many arrived safe and sound seeing the way things are “carefully” handled in post offices.
XXL is because our stores will be divided into three categories according to the actual dimensions of the exhibition and the services provided to customers: Lago point, Lago space, and Lago store. Hereunder you can see three different logos designed by Diego to identify each store.

There isn’t a machine that can attach these things to invitation cards, so we had to glue all the small rings one by one.
On this occasion Lagostudio became a sort of assembly line and once we got into our stride it didn’t take long.

Here are three videos attesting our job.

Premio Impresa e cultura

Essere vicini a Fabrica, sebbene stia attraversando un momento difficile, è un onore per una struttura così giovane e piccola come la nostra, e una dimostrazione che il contenuto e la qualità di un progetto spesso non sono direttamente proporzionate alla grandezza dell’investimento economico che un’azienda decide di fare.

IMG_5641

Un ottimo articolo di Andrea Carli uscito sul sole 24 ore in occasione del premio offre ottimi esempi, tra i quali Lagostudio, di come la creatività possa rivelarsi un vero e proprio moltiplicatore di business.

Leggi l’articolo.

 

Impresa e Cultura prize

An excellent article, written by Andrea Carli for “Il sole 24 ore” on the occasion of the prize, offers great examples, among which Lagostudio, of how creativity turns out to be a real business multiplier.

 

A Roma il primo Lago Store

Il primo LAGO store sarà inaugurato nel centro storico di Roma il 31 maggio.  La settimana scorsa sono stato a fare un sopralluogo per la serata inaugurale:

il negozio si trova in una posizione della quale è difficile non rimanere affascinati, a due passi da tutto: Campo dei Fiori, Piazza Venezia, Isola Tiberina. “Lo spazio - circa 200 mq. - fino a qualche mese fa era una pizzeria”, mi ha raccontato Catia Fattorini, titolare del negozio.

L’abbassamento in cartongesso del soffitto in un palazzo così antico le aveva subito fatto sospettare dell’esistenza di qualcos’altro…è bastato infatti fare qualche buco per scoprire dei bellissimi soffitti a volta. Ecco il risultato: uno spazio sobrio, solare, luminosissimo, con pareti e pavimenti di un bianco assoluto eccezion fatta per un’unica parete di mattoni a vista che campeggia sullo sfondo, come abbiamo infatti scritto nel comunicato stampa.

GW8D5744

hdra

Appuntamento dunque giovedì 31 maggio sul lungotevere dei Cenci, angolo via arenula 55 per una bella festa inaugurale per la quale ci sarà la collaborazione della condotta Slow Food di Roma.

Scarica l’invito

The first Lago store is in Rome.

The first Lago store will open in Rome Old Town on May 31. Last week I made an inspection for the opening evening:
The location is enchanting, a short walk away from all the nice places in town: Campo dei Fiori, Piazza Venezia, Isola Tiberina. “This space -about 200 square meters –was a pizzeria a few months ago” says store’s manager Catia Fattorini.
The plasterboard used for lowering the ceiling of such an antique building, suggested that something else should exist behind it…In fact some holes revealed the old beautiful vaulted ceilings. Here is the end result: a space that is sober, bright and filled with sunlight, with absolutely white walls and ceilings except for a single exposed brick-wall that stands out in the background as we wrote in the press release.

So the meeting is Thursday, May 31th on lungotevere dei Cenci at the corner of via Arenula 55, for a nice opening party with the contribution of the new Condotta Slow Food.

Download the invitation card.

Technorati tags: , , , , ,

Finalisti ad Impresa e Cultura

   Lago con Lagostudio è tra i finalisti dell’edizione 2007 del premio “Impresa e cultura”, una prestigiosa iniziativa che da 10 anni premia i migliori progetti in sostenuti da imprese che sposano la cultura come leva fondante e strategica del proprio business.

Essere tra i finalisti, a fianco di aziende emergenti e al tempo stesso da veri e propri colossi dell’industria italiana, ci emoziona e spinge ancor più a proseguire su questa strada.

Otto sono le categorie di premio:
Premio Regione del Veneto al progetto che meglio coniuga creatività, innovazione e cultura d’impresa
 Premio Intesa Sanpaolo all’azienda con il miglior “curriculum” di investimenti in cultura
Premio Enel al progetto a più alta valenza sociale/territoriale
Premio Hay Group al valore della leadership per la crescita della cultura d’impresa
Premio ICE all’impresa che meglio ha valorizzato lo spirito e la creatività italiana all’estero
Premio Il Sole 24 ORE al più brillante progetto di sponsorizzazione tecnica
Premio RCS Periodici al progetto comunicato più efficacemente
Premio Rappresentanza Italiana Commissione Europea all’azienda europea che ha investito in cultura in Italia.

Il 18 maggio a Venezia la premiazione dei vincitori. Ecco l’invito

 

Finalists at Impresa e Cultura.

Lago, with Lagostudio, is one of the finalists in the 2007 edition of the “Impresa e Cultura” price. This prestigious initiative has rewarded for 10 years the best projects from those companies that embrace culture as a fundamental and strategic part of their business. Being among the finalists, together with emerging companies and Italian industry giants, is very exciting and helps us to continue on this way.
The price divides into eight award categories:
Premio regione del Veneto: to the project which combines the best innovation, creativity and business culture.
Premio Intesa Sanpaolo: to the company with the best curriculum of investments in “culture”
Premio Enel: to the project with the highest social/territorial valence.
Premio Hay group: to the leadership in the growth of business culture
Premio ICE: to the company which has exalted the Italian spirit and creativity abroad.
Premio Il sole 24 ORE: to the smartest project of technical sponsorship.
Premio RCS periodici: to the most efficiently-presented project.
Premio Rappresentanza Italiana Commissione Europea: to the European company which invested in culture, in Italy.

The prize-giving takes place in Venice on the 18th of May. Here is the invitation.

Technorati tags:

Arredamento ed advertising

Il settore dell’ arredamento è molto distante da un approccio basato sulla costruzione del brand e sulla comunicazione, questo oramai è noto.

Basta sfogliare qualche rivista per vedere come l’advertising dei marchi di arredo sia relegato a semplice esposizione del prodotto, riproduzioni di catalogo, linguaggi omologati, nessun tentativo di differenziazione e brand building. Poche aziende si rivolgono ad agenzie di comunicazione e delegano nella maggior parte dei casi ai fotografi la preparazione dei soggetti.

Dove sono i tratti distintivi del marchio? come vengono comunicati i valori intangibili? Sono pochi a mio avviso i casi di eccellenza, o almeno che tentano la direzione.

Non per forza è vincente la creatività a tutti i costi, quel che conta, come già detto, è un posizionamento distintivo e la diffusione di un’immagine coerente; a tal proposito cito il nastro rosso Flexform su caratteristica foto B/N. 

Un’ altra iniziativa degna di nota è quella di B&B italia che con Saatchi & Saatchi continua l’ironica campagna “tangible Art”.

Il media mix (tv,radio,quotidiani,magazines,outdoor,cinema,internet) è quasi tutto spostato sulle testate di settore, mentre un ruolo fondamentale è rivestito dall’ufficio stampa per la copertura redazionale.

Le Relazioni Pubbliche, ma soprattutto gli eventi, stanno ritornando in auge a scapito dell’advertising classico, scaduto a causa di eccessivo affollamento. Nel design e soprattutto nel luxury, instaurare un rapporto personale ed avvicinare il consumatore all’universo valoriale ed esperienziale costruito attorno al brand è diventato fondamentale. Esempio lampante è il Salone del Mobile con il proliferare dei fuorisalone. Esperienze multisensoriali come quella proposta quest’anno in via Pontaccio da Moroso grazie a Tokujin e 3 milioni di cannucce, fanno scuola.

 

Furnishing and Avertising

The furniture trade is very distant from a kind of approach based on communication or brand building and this is already known. You only have to look through a magazine to see how furniture advertising is confined to simple product display, catalog reproductions, uniformed languages and no attempt of diversification and brand building. Very few companies refer to a real communications agency and many of them delegate presentations of the subjects to photographers.
Where are the distinctive features of a brand? How can they communicate intangible values? There are very few examples of excellence in my opinion, which try, at least, to be in the right direction.
Creativity at all costs is not always winning. What really counts as already said, it’s a distinctive positioning and the circulation of a consistent image. In this connection I’d like to mention Flexform red stripe on the typical Black and White photography. Another notable initiative comes from B&B Italia which continues the ironic “tangible art” campaign with Saatchi & Saatchi.
The media mix
(TV, radio, newspapers, magazines, outdoor, movie industry, the Internet) is confined in trade headings while the primary role of editorial coverage is done by press offices.
Public relations, and above all events, are making their comeback at the expense of classic advertising, sunken because of overcrowding. In Design, especially in Luxury, has become essential to establish a personal relationship with the consumer helping his approach to the universe of the values and experiences built on the brand. An outstanding example is the popping up of out-of- Salone events at Salone del Mobile. Multi-sensorial experiences, as the one proposed by Moroso, thanks to Tokujin and 3 million straws, at via Postaccio this year, teach school.

Technorati tags: