Monthly Archives: April 2007

COLORMOOD

Il Salone di Milano è stata l’occasione per presentare  COLORMOOD.

Colormood nasce dalla difficoltà che spesso si ha nel decidere i colori e gli abbinamenti di un prodotto, nell’arredare una stanza o addirittura tutta la casa.

 

Ce ne siamo accorti in fase di progettazione dei nuovi armadi N.O.W:

avere a disposizione 25 tinte di vetro lucido e altrettante per il vetro opaco può essere un’enorme possibilità ma anche una grande fonte di indecisione, specie per chi sta arredando la casa per la prima volta e non è abbonato da 25 anni a Elle Decor o simili. Colormood non è altro che un sistema intelligente di palette di colori in grado di connotare un prodotto o un ambiente, ogni palette è studiata per enfatizzare la resa cromatica sui materiali usati, COLORMOOD andrà a sostituire la classica cartella colori già nel nuovo catalogo armadi.

Ecco che allora in fase di progettazione non dovremmo fare altro che dire: “La mia camera da letto dovrà essere Sunset“, oppure: “voglio un armadio Gorilla” o ancora: “ho sempre sognato una casa Eden, piuttosto che Hell”.

Il risultato finale è assicurato, l’unico rischio è che chi non vi conosce, a sentirvi parlare strano, possa scambiarvi per matto.

 

COLORMOOD

The Milan Salone has been the opportunity to present COLORMOOD.
Colormood springs up from the difficulty, we often find, in choosing colors and their matches for a product, in furnishing a room or even the entire house.
We realized it at the planning stage for the new N.O.W wardrobes:
To have 25 colors of shiny glass and as many for the matt glass can be a great possibility but also a huge source of indecision, especially if you are furnishing home for the first time and you’ve not been an Elle Décor subscriber for the past 25 years. Colormood is nothing else but a smart system of color palettes which is able to connote a product or habitat. Each palette is studied to emphasize the chromatic return on the materials. COLORMOOD will replace the classic color folder yet in the new wardrobes catalog.
So then at planning stage you should only say “My bedroom must be Sunset “ ,or : “I want a Gorilla Wardrobe” or even more “I’ve always dreamt of an Eden house, rather than an Hell” .
Final goal is guaranteed .The only risk is that strangers, listening to your silly talking, may think you’re a loony.

Technorati tags: ,

I nuovi armadi N.O.W piacciono

Oggi il Salone è aperto al pubblico e l’affluenza è davvero tanta. C’è molto interesse per i nuovi armadi N.O.W, e in molti si stanno scervellando per capire come si aprono.

Non esistono infatti maniglie e l’apertura avviene grazie ad un intelligente sistema brevettato Lago. 

 

People love the new N.O.W wardrobes

Today The Salone is open to the public and there’s a really large turnout. The new N.O.W wardrobes rouse everybody’s interest. A lot of people are racking their brains to open them.

There are no handles in fact. And wardrobes can be opened thanks to a smart system patented by Lago.

 

E' iniziato il Salone

.flickr-photo { border: solid 2px #000000; }
.flickr-yourcomment { }
.flickr-frame { text-align: left; padding: 3px; }
.flickr-caption { font-size: 0.8em; margin-top: 0px; }

A domani eventuali commenti…non ho ancora visto nulla. Tanta gente e un grande afflusso allo stand che è proprio ben riuscito. Eccovi alcune foto.

 

The Salone opens
April 18th, 2007 by Nicola Zago
Any eventual post tomorrow… I haven’t seen anything yet. Lots of people and a crowd at the Stand which has turned out really well. Here you have some photos.

 

Giornalisti, attenti al serpente bianco

IMG_3135a

Ecco, in anteprima, la cartella stampa che i giornalisti potranno ritirare al nostro stand durante il Salone di Milano. E’ un progetto ideato da Laetitia Cordier.

index_final1Cercavamo qualcosa di diverso ma con tutti i sacri crismi della cartella stampa e in questo sono stati utilissimi i consigli delle nostre PR di EVDS: oltre al contenuto, sono fondamentali una custodia e un cd index con le preview delle immagini inserite che permettano una facile archiviazione da parte dei giornalisti; tutti possiamo immaginare il caos di una redazione dopo il Salone.

Non creatività fine a se stessa ma qualcosa di vicino allo spirito Lago, magari con una connessione a qualche elemento di novità presentato al Salone.

Ecco l’idea:

al Salone sarà ufficialmente presentato il format ideato da Daniele che poi andrà declinato in tutti i negozi che andremo ad inaugurare. Si tratta di un “serpentone” bianco che snodandosi crea gli ambienti per l’esposizione dei mobili.

BEWARE_FINALLaetitia ha ripreso il concetto tramutandolo in un simpatico serpentello ricavato da un calzino il quale inghiotte il cd con la cartella stampa. Il tutto è stato poi pazientemente e maniacalmente confezionato con una super etichetta a mò di pacchetto di calzini.

Tutte le foto sono su flickr

IMG_3149

Inutile dire che queste idee spesso nascono all’ultimo, nel nostro caso poco più di una settimana fa. Tutto è però riuscito (salvo invasioni aliene dell’ultimo minuto).

Il segreto come al solito sta nel lavoro di squadra:

Grazie a Laetitia per il progetto e per avere passato la domenica a scottarsi al sole impachettando i serpenti.

Grazie a Fulvia per aver procurato il materiale, (600 calzini bianchi tutti uguali+occhi e lingua).

Grazie a chi ha dotato di occhi e lingua ai calzini.

Grazie ad Evds per i contenuti ed i preziosi consigli.

Grazie a Veridiana per aver inserito l’index nei cd tra una telefonata e l’altra. Grazie ad Anna ed allo staff di easyreplica per avermi sopportato nella deriva da custodia rotonda ma con gli angoli a 45° e per aver masterizzato il tutto in un giorno.

Grazie al paziente Alberto della tipografia Sartore per aver stampato etichetta e index in tempo record il tutto con ottima qualità.

Grazie a tutti quelli che hanno contribuito e non ho citato.

Here is the preview of the press folder that can be collected by all Journalists at our Stand during the Milan Salone del Mobile. The project is entirely conceived by Laetitia Cordier. First, we were searching for something different but with all the holy chrisms of a press folder and suggestions from our EDVS PRs were very helpful: Not only content, but a CD with index, image previews and a sleeve are always essential guarantees of a quick filing, all of us, in fact, can only imagine an editorial office in after -Salone chaos. Finally, we decided not to show just creativity as an end in itself but something closer to the Lago mood maybe connected to a new element presented at the Salone. Here is the idea: The format designed by Daniele will be officially introduced at The Salone and then fitted in all the shops we are going to inaugurate: It’s about a white “long snake” that twists creating the setting for the furniture’s display. Laetitia has drawn on this concept and turned it into a nice “little snake” that swallows up the press folder CD. Everything was then patiently and maniacally made up with a super-label as a real pack of socks. (All photos on flickr.)
Needless to say, ideas often come at the eleventh hour. This particular one came almost a week ago and, unless a last-minute alien invasion, everything went good. The secret is teamwork, as usual: Thanks to Laetitia for the project and for getting burnt under the sun wrapping up the snakes all Sunday. Thanks to Fulvia for bringing all the stuff (600 identical white socks plus eyes and tongue) and also to who has given the snakes the eyes and tongue. Thanks to EDVS for the contents and their precious suggestions, thanks to Veridiana who put the index in the CDs between one phone call and another. Thanks to Anna and Easyreplica’ s staff for bearing with me and the round-but-with-45°-angles cover and for having copied everything in a day, thanks to Alberto from tipografia Sartore for printing out high quality label and index in record time, and then, finally, to everyone who has contributed and I didn’t mention.

Technorati tags: , ,

Design&sound

Design&Sound

Rimando al post di Marco per una esaustiva e competente descrizione della serata, io mi limiterà ad alcune considerazioni “corporate”.

Incredibile come uno spazio (il nostro showroom aziendale, ndr) assuma nuove forme ed emani nuove sensazioni a seconda dei contesti d’uso. La presenza umana che ridisegna e re-interpreta lo spazio, direbbe qualcuno.

Gli stessi mobili, inevitabilemente esposti trattandosi dello showroom dell’azienda che li produce, prendono vita diventando nel contesto utili e non semplici esemplari da esposizione: qualche libro, robe da mangiare, i piatti del dj, persone sedute.

Eventi di questo genere possono diventare un modo intelligente per usare e rilanciare i negozi di arredamento – di solito vuoti e abbastanza freddi – come spazi di incontro e diffusione culturale, i mobili esposti faranno benissimo il loro lavoro.

Tutte le foto della serata, sono qua.

Le mie, rigorosamente HDR, sono qui

 

Design & Sound

I send you back to Marco’s post for an exhaustive, appropriate description of the evening. I’ll write some “corporate” remarks only.
It’s incredible how a wide space (our factory showroom) can assume new shapes and emanate new sensations depending on the context of its use. Human beings that re-design and re-read space, someone would say.
The furniture itself, inevitably displayed being a company showroom, comes to life becoming useful in that context and not only a simple amount of exhibited objects. A few books, things to eat, the DJ’s turntables, some seated people.
These sorts of events may become smartly, a way to use and relaunch furniture’s shops, often empty and chilly, as meeting places of cultural spread. Displayed furnishings will do a very good job.

All photos of the soirée here
My HDR ones
here

 

 

Technorati tags: , , ,

Eventi Fuorisalone con google maps

Ho l’occasione per provare la nuova funzione implementata da Google. Si chiama “le mie mappe” e permette di trasformare il famoso gmaps in un fantastico strumento di social networking: posso definire il nome di una mappa e posso creare i miei “segnaposto” ed assegnare ad ognuno un titolo, una descrizione con html, immagini, etc.

Ecco il post di Steve Rubel a proposito.

L’occasione è una mappa degli eventi fuorisalone .

Come tutti sanno, seguirli tutti è impossibile, quindi una selezione fatta con cognizione di causa dal nostro ufficio PR (grazie Elisa!) è molto utile allo scopo.

Ecco la mappa che ho creato con gli eventi di lunedì e martedì.

Un poco alla volta aggiungerò il resto. Ogni offerta di aiuto sarà ben accolta.

Buona passeggiata.

 

Fuorisalone events with Google maps

I have my chance to test a new Google implemented function. It is called “My maps” and lets you transform the famous gmaps into a fantastic social networking tool: I can give the map a name and create my “placemarks” adding to each one a title, an html description, images, etc…

In this regard here is the Steve Rubel post.

The occasion is a map of the Salone outer events.

As everybody knows it’s quite impossible to attend all of them, therefore a full knowledge selection made by our PR office (thanks Elisa!) is very helpful.

Here is the map I created with Monday and Tuesday events.

I’ll add other things little by little. Any help is well accepted.

Good walk.

 

Panico da Salone

A chi fosse affetto da panico da Salone, di quello che ti fa scoppiare la testa e tirare fino a tardi…consiglio il rilassante conto alla rovescia apparso nella homepage di Lago.it.

Salone – panic
To who may suffer from Salone-panic, the one that makes your head pounding, I suggest the relaxing countdown appeared on Lago.it homepage

Technorati tags: ,

Design&Sound

Domani, giovedì 12 aprile nel nostro showroom si terrà un evento in collaborazione con Design People dal titolo “Design & Sound“. Si esplorerà il confine tra design e musica, che a detta di alcuni sembrerebbe molto sottile. 

A guidarci nella scoperta saranno i ragazzi della prateria, un gruppo di artisti multimediali.

 

Design & Sound
Tomorrow, April 12th, there will be an event called “Design &Sound” at our showroom in cooperation with Design People. The line between music and design, that someone says very subtle, will be explored.
To guide us, I ragazzi della prateria, a group of multimedia artists.