V-tail, il futuro del retail

“Il commercio elettronico non può darti la stessa sensazione di quando entri fisicamente in un negozio.” Per il business dell’arredamento questa convinzione sembra solida. Quanti avranno il coraggio di comprare una cucina o una camera da letto via web?

Se però IBM stanzia milioni di dollari e mette centinaia di suoi dipendenti e collaboratori al lavoro per traghettare il gigante Sears (da 120 anni nel mondo del retail) su Second Life, forse qualcosa presto cambierà nella direzione del Virtual Retail.

In particolare il progetto ”Sears Virtual Home” promette non tanto di poter comprare i prodotti distribuiti da Sears su Second Life, ma la possibilità di rendere interattiva l’esperienza di consultazione di un catalogo virtuale, fino ad oggi chiuso in piatte pagine web.

Per esempio si riuscirà ad importare in uno showroom virtuale il modello 3d della cucina che volete comprare, (avete mai provato Google sketchup?), si potranno così cambiare finiture, personalizzarla e rimodellarla. Potremmo aggiungere poi gli altri prodotti Sears (ad esempio un tavolo, dei vasi, un quadro) e collocarli nell’ambientazione creata.

Fino a qui nulla di nuovo; esistono già molti configuratori via web. La rivoluzione sta nell’avere a disposizione un catalogo quasi infinito di prodotti da assemblare assieme e nello sfruttare le potenzialità di Second Life, dove con il proprio personaggio virtuale ognuno potrà entrare nella nuova cucina ed interagire con il nuovo ambiente creato.

Questo sembra il futuro, siamo però solo agli inizi. Stiamo a vedere.

 

 

Technorati tags: , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>